Attività extracurriculari

Il Liceo “P. L. Nervi – G. Ferrari” propone alcune attività volte a garantire un adeguato ampliamento dell’offerta formativa. Ciascun Consiglio di Classe adotterà tali iniziative o potrà proporne di nuove sulla base delle esigenze rilevate.

 

SCAMBI LINGUISTICI E SOGGIORNI STUDIO ALL'ESTERO

Tutte le classi seconde dei corsi Linguistico, Scientifico, Scienze Applicate e Scienze Umane partecipano al soggiorno-studio di 1 settimana a Malta (n precedenza Broadstairs, Inghilterra), con partenza di domenica e rientro sabato sera.

Nel corso linguistico le classi terze effettuano un soggiorno linguistico in una località della Francia, con partenza di domenica e rientro di sabato, mentre le classi quarte aderiscono allo scambio linguistico con gli studenti di una località della  Germania.

 

Frequenza all’estero di un anno scolastico o di un periodo limitato

Il Liceo Nervi - Ferrari, già da alcuni anni, promuove e favorisce i programmi di studio all’estero con associazioni riconosciute dal MI: si tratta di percorsi di studio all’estero per studenti di età compresa tra i 15 e 17 anni, iscritti alla scuola media superiore, della durata di due o tre o sei mesi o per l’intero anno scolastico. L’Istituto si occupa di:

  • monitorare e riammettere gli studenti del nostro istituto che trascorrono un anno scolastico all’estero, seguendone il percorso didattico-valutativo  nella scuola straniera, al fine di facilitarne il reinserimento nella classe di appartenenza
  • accogliere e monitorare gli studenti stranieri frequentanti il nostro istituto, attraverso  strategie e modalità che ne facilitino l’inserimento e l’apprendimento, e curandone la relazionalità con docenti e compagni

Obiettivi importanti della collaborazione con queste Associazioni coerenti con le finalità generali fondanti del POF d’Istituto sono:

  • la promozione e la facilitazione del contatto dei nostri studenti con culture e realtà diverse, non solo scolastiche
  • l’accoglienza e la collaborazione tra studenti italiani e studenti stranieri
  • l’agevolazione delle diffusione e della trasmissione delle conoscenze che lo studente ospite porta come proprio bagaglio culturale
  • la crescita dello studente attraverso comportamenti di autonomia e responsabilità organizzativa nella conduzione dei propri studi e della propria vita personale in contesti nuovi